Notizie

Week-end al rifugio Curò

Week-end al rifugio Curò

Guarda le fotografie

A conclusione del 27 corso base di alpinismo giovanile è stata organizzata la tradizione escursione in rifugio. Quest’anno è stato proposto il rifugio Curò in alta Valseriana, con la salita nella giornata di domenica al rifugio del Barbellino.

La partenza era fissata per le 8 di sabato da Bulciago, una volta fatto l’appello dei presenti e aver spiegato la strada agli “autisti” ci siamo messi in viaggio verso Valbondione. Il gruppo era formato da una ventina di ragazzi ed altrettanti adulti che si preparava a trascorrere un week-end divertente in compagnia. Giunti a Valbondione abbiamo caricato gli zaini sulla teleferica grazie all’aiuto dei rifuggisti. La salita è stata abbastanza  faticosa, ma in due ore e mezza siamo giunti al rifugio dove abbiamo pranzato e dopo aver depositato i nostri “bagagli” nelle camere siamo andati a visitare la diga del Barbellino; abbiamo ammirato alcuni simpatici stambecchi intenti a leccare i minerali depositati sulla diga per via delle piccole chiazze umide presenti. Tornati al rifugio, ci siamo sistemati e preparati per la cena a base di pizzoccheri, brasato, polenta e ottime torte alla frutta. Dopo cena abbiamo assistito a un piacevole intrattenimento offerto da una banda che ha allietato la serata al suono di canti popolari e di un simpaticissimo zampognaro autodidatta. Verso le undici e mezza ci siamo ritirati nelle nostre camere dove dopo un po’ di risate finalmente abbiamo trovato un po’ di riposo.

La mattina dopo una notte, poco ristoratrice, ma indimenticabile sia per grandi che per  piccini, ci siamo alzati e dopo la colazione ci siamo messi in cammino verso il rifugio del Barbellino. La giornata era stupenda, senza nuvole e con un caldo sole nel cielo, lungo il sentiero abbiamo ammirato numerose cascate che compivano salti spettacolari per raggiungere il sottostante lago del Barbellino. In poco più di un’ora siamo giunti al rifugio dove nel vicino fiumiciattolo abbiamo rinfrescato i piedi per alcuni minuti. Dopo aver mangiato siamo ridiscesi al rifugio Curò, e dopo una breve sosta abbiamo ripreso il cammino verso Valbondione. La discesa era molto ripida e le gambe sono state messe a dura prova; in un paio d’ore siamo giunti a valle dove abbiamo ripreso le auto per fare ritorno a casa. La soddisfazione dei ragazzi, degli accompagnatori e dei genitori è stata grandissima e nonostante la notte insonne e la stanchezza della camminata si è riusciti ad apprezzare ogni momento del week-end.

 

Leave a Reply